3 GIORNI IN GIRO PER L’AUSTRIA

A fine aprile dello scorso anno, abbiamo deciso di trascorrere un week-end in Austria , tre giorni intensi ma ben distribuiti: siamo partiti in macchina e ci siamo diretti prima a Villach poi a Salisburgo e da lì siamo andati a visitare Linz, con una tappa al Mathausen Memorial , tre città ricche di storia e di cultura , molto interessanti e belle , ben curate nei particolari , tutte e tre presentano paesaggi e panorami che hanno sicuramente lasciato il segno !

  • Il viaggio è durato 3 Giorni
  • Budget speso Da 1€ a 250€
  • Ho viaggiato In coppia
  • Continenti visitati: Europa
  • Stati visitati: Austria
  • Viaggio fatto in primavera
  • Scritto da Deborah Gozi il 05/06/2020
Mostra tutte
  1. Giorno 1

    Il primo giorno l’abbiamo passato a Villach , (o Villaco ) una cittadina molto affascinante della Carinzia a sud dell’Austria. Si trova dopo Tarvisio. Bisogna acquistare la vignetta , poco prima di arrivare al confine , sull’autostrada A23 (Palmanova – Tarvisio) cominciano a vedersi i cartelli che ricordano di munirsi di bollino per entrare in territorio Austriaco. Si possono comprare nelle ultime due aree di servizio , a LEDRO o a FELLA. Quello da 10 giorni costa 9 euro, va attaccato al parabrezza ed è obbligatorio , altrimenti le multe sono salatissime.
    Arriviamo sulle 10.00, lasciamo l’auto nel comodissimo parcheggio dell’Hotel e facciamo subito il check-in .
    Usciamo a piedi e di fronte a noi ci troviamo subito la CHIESA DI SANTA CROCE , costruita da Andreas Siegel , in tipico stile barocco. Attraversiamo il ponte del fiume DRAVA, da cui si può godere la vista di un bellissimo paesaggio e raggiungiamo il centro di Villach. Non è grande ma molto grazioso, siamo a HAUPTLATZ, la piazza principale , piena di gente , e di locali , ci sediamo a un tavolino e mangiamo qualcosa, c’è il sole e si sta davvero bene. Proseguiamo il giro fino alla CHIESA DI ST. JACOB, in stile gotico , entriamo e ammiriamo i bellissimi affreschi. Percorriamo con calma questo bellissimo viale , pieno di negozi, ristorantini, palazzi .. è una passeggiata molto piacevole .
    Andiamo sempre dritto, passiamo dall’ufficio informazioni dove ci facciamo dare dei consigli per poter andare al lago , scegliamo il treno e così ci rechiamo alla stazione. Ci sono diversi laghi intorno : il Faaker See, il Worter See , ma noi abbiamo deciso di andare all’OSSIACHER SEE (tutti a 10 km da Villach) . Facciamo il biglietto alle macchinette automatiche , in una ventina di minuti siamo arrivati . Che dire ...una distesa azzurra in mezzo al verde della montagna .. una meraviglia !
    E’ possibile fare il bagno, ma ancora l’acqua era fredda, fare attività sportive o fare un giro in battello . Noi abbiamo scelto di sederci a un tavolo di uno dei tanti bar a bere qualcosa e rilassarci un pochino. Riprendiamo il treno per il ritorno, anche il paesaggio che vediamo dal finestrino è spettacolare ! La nostra giornata in questa splendida cittadina è terminata.

    DOVE DORMIRE :
    HOTEL GLOBO PLAZA (Indirizzo: Ossiacher Zeile , non lontano dall’uscita dell’autostrada)
    DOVE MANGIARE :
    - VILLACHER BRAUHOF nella via della stazione , molto tipico, un buon servizio mi sento di consigliarlo.

  2. Giorno 2

    Secondo giorno, da Villach ci spostiamo a Salisburgo, dove pernottiamo due notti . Impieghiamo poco più di un paio d’ore ad arrivare , sono circa 195 km.
    Arriviamo sulle 10:30, facciamo subito il check-in in albergo, e sempre alla reception acquistiamo due biglietti per l’autobus. La proprietaria, ci da una cartina e ci dice che la fermata è proprio a fianco dell’hotel quindi ne approfittiamo , e senza dover usare la macchina arriviamo in centro in circa un quarto d’ora.
    Cominciamo subito la visita di una della maggiori attrazioni , la FRANZISKANERKIRCHE, ovvero la Chiesa dei Francescani , si trova a Franziskanergasse, nr. 5. Gli affreschi presenti nella cappella sono opera di Johann Michael Rottmayer e rappresentano la vita di San Francesco. La chiesa è collegata all’abbazia da un ponte ad arco .
    Da lì giungiamo a RESIDENPLATZ, con una delle più belle e più grandi fontane del territorio austriaco , il PALAZZO VESCOVILE, il DUOMO un antica costruzione in stile barocco, e gli edifici della borghesia.
    Camminiamo e arriviamo a MOZARTPLATZ. La prima cosa che notiamo è il GLOCHENSPIEL , (CARILLON) , l’ideale è sedersi in una delle tante caffetterie e aspettare che suoni le sue note . Gli orari sono i seguenti: 07.00-11.00-18.00. Noi non siamo riusciti a sentirlo perché eravamo fuori orario , a dire la verità pensavamo suonasse ogni ora , pazienza!
    Non può mancare la visita a GETREIDEGASSE, una zona tutta pedonale, arriviamo al civico 9, alla GEBURTSHAUS , qui si trovano diversi strumenti musicali e oggetti vari che sono appartenuti a Mozart. Continuiamo a camminare , attraverso queste strade , ricche di negozi e attraversiamo il fiume Salzach , proseguiamo fino a MARKARTPLATZ , qui c’è un altra casa di Mozart , la MOZART-WOHNAHAUS.
    Ritorniamo indietro , per raggiungere nuovamente Residenplatz e poi proseguire per la fortezza di HONENSALZUBRG. Si trova sul monte FESTUNGSBERG. Siamo saliti a piedi , circa 20 minuti . Abbiamo scelto di non entrare, ci siamo “accontentati” dell’esterno, e devo dire che , nonostante la fatica della salita ne è valsa la pena. Si gode di un panorama mozzafiato a 360 gradi sulla città. Fantastico.
    Salisburgo , questa città ci è davvero rimasta nel cuore , dove prevale lo stile barocco , con i suoi numerosi palazzi, i castelli, le chiese, case del 700, circondata dalla collina , dove spicca , così imponente la fortezza di HONENSALZBURG .
    E’ anche la città della musica , dove a ogni angolo c’è qualcosa che ricorda Mozart! Vogliamo sicuramente tornarci e magari godercela nel periodo natalizio , con le luci , gli addobbi, i tipici profumi e i mercatini ..

    DOVE DORMIRE :
    “B&B HOTEL JUNIOR” (Indirizzo : Innsbrucker Bunedsstrasse , 49)
    DOVE MANGIARE :
    Il problema è che a Salisburgo la domenica molti ristoranti sono chiusi , noi ci eravamo informati prima , quindi per evitare brutte sorprese e soprattutto girovagare a vuoto abbiamo prenotato in anticipo (quando eravamo ancora a Villach), guardando un po' le recensioni e scegliendo quelli con un buon rapporto qualità e prezzo:
    - “BARENWIRT” (Indirizzo : Mullner Main Street , 8) in centro , costeggiando il fiume, siamo stati bene, sia per il servizio sia per la location , molto in stile austriaco , le pietanze : buone e tipiche del territorio. Consiglio la zuppa alla birra !
    - “GASTHAUS ZWETTLERS” (Indirizzo : Kaigasse, 3) in pieno centro storico. Cucina tipica tradizionale .

  3. Giorno 3

    Oggi , terzo giorno , ci svegliamo sulle 07.00, andiamo a fare colazione in un forno pasticceria a fianco dell’hotel . Poi prendiamo l’auto direzione Linz, per una visita in giornata.
    Prima ci fermiamo al MATHAUSEN MEMORIAL , 150 km da Salisburgo , arriviamo in poco più di un ora e mezza .
    Abbiamo dedicato la mattinata alla visita di questo campo di concentramento. E’ una visita triste , ma secondo me doverosa per ricordare le vittime.
    Siamo scesi nella cava e scendere e salire quella scala è di un notevole impatto emotivo.
    Per girarlo tutto ci vogliono dalle 2 alle tre ore. Il tutto ben organizzato , si gira da soli , volendo con 3 euro , si può prendere un audioguida. L’ingresso è gratuito , Nel periodo estivo, dal 1 marzo al 31 ottobre è aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 17.30 (ultimo ingresso alle 16.45) ; dal 1 novembre al 28 o 29 febbraio , CHIUSO IL LUNEDI , gli altri giorni dalle 9.00 alle 15.45 (ultimo ingresso alle 15.00)
    GIORNI DI CHIUSURA : 24-25-26 DICEMBRE E 31 DICEMBRE E 1 GENNAIO

    Terminata la visita , partiamo per raggiungere la città di Linz , che si trova a circa 25 km.
    Una città graziosa , piena di cultura e architettura barocca , si trova tra Salisburgo e Vienna, il fiume che l’attraversa è il Danubio.
    Troviamo facilmente parcheggio , uno di quelli sotterranei non molto lontano dal centro storico, a 7 euro tutto il giorno.
    Nella città vecchia, sulla riva destra del fiume, c’è la piazza principale , la HAUPTPLATZ , con la sua COLONNA DELLA TRINITA’ ,strapiena di gente , negozi, bar e ristoranti, qui troviamo L’ALTES RATHAUS e a Domgasse nr.3, L’ALTER DOM ( vecchio municipio e vecchio Duomo).
    Dopo aver mangiato qualcosa in un bar sulla piazza, giungiamo , salendo una piccola collinetta, al castello al LINZER SCHLOSS, che si affaccia imponente sul Danubio, al suo interno c’è un museo , che ospita varie collezioni sia storiche che artistiche. Da qui c’è una bellissima vista panoramica sulla città. Scendiamo e arriviamo al fiume, vediamo l’imponente ARS ELECTRONICA CENTER, non siamo andati in quanto non eravamo particolarmente interessati, si tratta di un museo dedicato alla scienza e tecnologia moderna.
    Torniamo indietro e arriviamo a LANDHAUS, un ex monastero del ‘500, oggi è la sede del governo regionale , si riconosce grazie alla sua torre . Continuiamo a camminare prima per la LANDSTRASSE , la strada principale , detta anche via dello shopping, poi per HERRENSTRASSE e arriviamo al MARIENDOM (Neuer Dom ovvero il Duomo Nuovo) .

    Ormai stanchi raggiungiamo il garage dove abbiamo parcheggiato l’auto e facciamo rientro a Salisburgo , dove per cenare andremo in centro (al Gasthaus Zwettlers) e poi in hotel per l’ultimo pernottamento prima di tornare a casa.



Lasciati ispirare, guarda altri diari di viaggio